Giffoni film festival rischia la chiusura e chiede aiuto al Qatar (video)

Lascia un commento

infosannio

Giffoni V. Piana (TMNews) – Il Giffoni film festival chiede aiuto al Qatar. Non è una provocazione, ma un disperato tentativo di trovare fondi per salvare il festival di cinema per ragazzi più conosciuto al mondo. Si parla di finanziamenti promessi e mai arrivati per 4 milioni di euro. Il direttore Claudio Gubitosi confessa di avere la valigia pronta. “Parto per il Qatar – spiega – dove chiederò al governo, al suo sceicco e alla sua signora che ama molto la cultura di adottarci”. Il Qatar è uno dei Paesi in cui il Festival è stato in trasferta e potrebbe dare un aiuto alla manifestazione nata 42 anni fa che ha fatto sognare milioni di bambini, ha affascinato Francois Truffaut e crea lavoro e indotto.”Non si può più lavorare così – cpontinua il direttore del Gff – siamo pronti per una grandissima edizione ma questa potrebbe essere l’ultima edizione del…

View original post 70 altre parole

DIY Before & After

Lascia un commento

TODAYS INSPIRATION | Furniture Make-over | I can not believe how amazingly creative my best friends are! They just moved into the cutest cottage houseand decorated it with all DIY furniture!

All of their furniture was so cheap and it makes me so happy because I have been obsessed with making over furniture for years.  A new coat of paint on anything makes it NEW again! Just last summer I went from dark to light for my bedroom and repainted all my frames, vases, furniture white and gave it the beach cottage chic look!

p.s. I am watching Shahs of Sunset and I am balling right now! Such an emotional episode haha (Mustache man saw his father for the first time after 17 years!)

Anyway….. I looked on designsponge.com and found so many amazingly great DIY Furniture ideas! That is where all of this is from! I cant wait to start decorating my new…

View original post 20 altre parole

La street art pedonale di Peter Gibson

Lascia un commento

Librerie pubbliche e gratuite per strada: accade in Germania

Lascia un commento

Fools Journal

È un’evoluzione del bookcrossing e nella sua semplicità è un’idea geniale: delle librerie pubbliche, posizionate per strada, in cui è possibile prendere e lasciare libri in totale autonomia, senza registrazioni o obblighi. Accade in Germania, a Colonia, dove cinque librerie sono state distribuite per la città, gestite da volontari e posizionate in punti strategici – soprattutto le aree più povere – per stimolare alla lettura e alla diffusione della cultura. Michael Aubermann, uno degli organizzatori del progetto, ha detto che «si rivolge a coloro che amano leggere ed è aperto a tutti». E in poco tempo si è già sviluppato a Berlino, Bonn, Hannover e in altre città.

 

View original post

QUANDO SI DICE CHE LA TECNOLOGIA NON AIUTA…

Lascia un commento

Guardate questo video: Clicca qui

LA FISCALITA’ DELLE CIME DI RAPE

Lascia un commento

 

 

 

Io sono, come si dice, un “patito” delle cime di rape. Cosa sono le cime di rape?

Sono una verdura tipicamente pugliese, ma ora le coltivano in tute le regioni italiane. Si dividono in due categorie: quelle tutte foglie e quelle tutte cime (ossia a fiore). Io preferisco quelle a fiore perché sono le più adatte per la tradizione culinaria pugliese.

Come si cucinano? E’ semplice, ve lo spiego! Dopo aver scolato le cime (i fiori) dalle foglie, che comunque non si buttano via, ma vengono utilizzate in altri modi, le verdure vengono lavate  in abbondante acqua. A parte si prepara una pasta fresca che si può comprare tranquillamente al supermercato. I tipi di pasta fresca possono essere: le orecchiette o gli “strascinati”. In mancanza di pasta fresca si può usare benissimo la pasta secca, tipo i rigatoni, i maltagliati o i fusilli corti. Le quantità di verdura e pasta possono basarsi sul fifty-fifty, cioè 50% di verdura e 50% di pasta.

Si lessano e si salano assieme a verdura e pasta, ma si possono lessare anche in un modo separato. A parte, in un grosso tegame di tipo basso si mette dell’olio di oliva extravergine. Nell’olio bollente si fanno soffriggere: aglio, acciughe e peperoncino piccante. Sulle verdure e pasta, dopo averle lessate, si cosparge l’olio ancora bollente. Si mescola bene il tutto e si grida: “Tutti a tavola!”

Io giro i mercati ortofrutticoli locali alla ricerca delle cime di rape belle e fresche. Ho individuato una bancarella il cui proprietario mi assicura che le cime esposte in vendita provengono dalla Puglia. Lui me lo giura e io gli credo, perché il sapore è quello che, ogni volta che lo mangio, mi ricorda il profumo della terra della mia infanzia.

L’ultima volta che mi sono servito presso la solita bancarella del mercato è stato in febbraio 2012.

Si tratta del periodo in cui stavano avvenendo i blitz della Guardia di Finanza alla ricerca dei commercianti che non mettono regolarmente gli scontrini fiscali.

Ho ordinato due chili di cime di rape. Dopo averle messe nel solito sacchetto di plastica non riciclabile, il venditore mi dice: «Aspetta, ti devo fare dare lo scontrino fiscale»

La cosa mi ha insospettito e di rimando gli ho detto: «Ma se lo scontrino non me l’hai mai dato, e adesso…!»

E lui: «Quando si vendeva di più lo scontrino non si faceva, ora che per la crisi economica si vende di meno dobbiamo emettere lo scontrino»

Non ci crederete, ma mi sono commosso. Volevo abbracciarlo per dimostrargli la mia solidarietà, perché non si incontra tutti i giorni un evasore fiscale che da ammalato cronico di antifiscalità, ne diventa soltanto portatore sano. Poi abbracciandolo magari mi contagia ed anch’io divento portatore sano. E’ vero che sono un percettore di reddito fisso e perciò non posso evadere. Ma, vuoi mettere la soddisfazione che, come portatore sano, un giorno potrei diventare anch’io un evasore fiscale? Vuoi mettere?!!!

 

ERMINONNO

 

LE DONNE

1 commento

Nel Medioevo la letteratura corrente definiva la donna la “porta dell’inferno”.

Dopo sei o sette secoli, viste le conquiste in materia di scienza e tecnica, di lettere e filosofia, non possiamo più dire che la donna è la porta dell’inferno.

Alla luce delle nuove conoscenze possiamo dire che la donna è “l’inferno”.

Questo non lo affermiamo solo noi uomini, ma sono le stesse donne che lo dicono. Quando una donna dice ad un uomo:

«Io ti condurrò al peccato dei sensi, ti trascinerò nelle fiamme dell’inferno dove ti avvolgerò con il mio calore (minimo 800 gradi!)» Ma allora sei di casa all’inferno! E’ la tua dimora abituale!

Il litigio tra una donna ed un uomo (vedi tra moglie e marito) è l’anticamera dell’inferno, praticamente la sala d’attesa prima di accedere alle fiamme.

Mia moglie un giorno mi chiede (ma la cosa avviene quasi tutti i giorni):

«Caro, a casa vuoi la pasta, il riso o i ravioli?» Faccio una pausa e penso al mio stato fisico, in quanto soffro spesso di imbarazzi intestinali. In base a questa veloce analisi sullo stato di salute decido: «Cara, scelgo la pasta»

Voi credete che la cosa sia finisca li? No.

Contro-risposta: «Cosa compri a fare i ravioli se non li mangi e finiscono che scadono e quindi dobbiamo buttarli via!»

Replico: «Cara, allora mangio i ravioli»

Contro-replica: «No, tu mangi la pasta!» e si va avanti così per circa un’ora o quasi.

Se questo non è inferno, allora che cos’é?

Quando la mia donna (mia moglie) vede in televisione la violenza sulle donne si e regge subito a paladina del femminismo più becero. Dice: “Voi uomini non avete ancora capito che non comandate più. Ormai le donne, che sono più intelligenti e più preparate di voi, stanno conquistando il potere sull’altro sesso. Rassegnatevi. Questi episodi di violenza sulle donne sono gli ultimi sussulti di reazione, ma è inutile. Ormai la vostra fine è vicina. Non ci sono più speranze!”

Io non parlo per non peggiorare la situazione, ma lei di rimando dice: «Non sapete cosa dire, vi mancano gli argomenti. Dovete solo vergognarvi!»

Se questo non è inferno, allora che cos’é?

Durante una cena con amici è nata una discussione sui rapporti di parità Uomo/Donna. Uno degli uomini è venuto fuori con la solita frase, usata ed abusata: «Ma, voi donne avete il cervello più piccolo di quello degli uomini. Perciò siete inferiori agli uomini» Una signora ha subito risposto: «Sì, abbiamo il cervello più piccolo, ma abbiamo due palle grosse così!» Ha fatto anche la rappresentazione fisica con le due mani. Io sapevo di uomini che fanno la vita da donna, ma di donne con le palle non avevo mai sentito parlare. Che confusione! Se questo non è inferno, allora che cos’é?!

 

ERMINONNO

 

Older Entries

WeekendOut.it

Informazioni, eventi e suggerimenti per il vostro weekend a Roma e dintorni!

nozzeonline

Nozze OnLine

Sara Usai

Art...eggiando

Mostracci di Elena Terenzi

Di tutto e di meglio... Un contenitore che va alla ricerca di notizie!

Fools Journal

Magazine di cultura: letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità

Janelistyle

practice makes you perfect!

Le Superkikke

*°*Catturiamo immagini per liberare gli spiriti*°*

I Just Want It To Be Perfect

Calm down. It's only the biggest day of your life.

TheCoevas official blog

Strumentisti di Parole/Musicians of words

Șic și clasic - "Chic & Classic" luxury fine arts, entirely handcrafted, original design

Cand cumperi arta nu cumperi doar ceea ce vezi si pipai cumperi sufletul unui om, sufletul artistului pentru ca el/ artistul s-a uitat in sufletul lui si a scos de acolo ce a gasit

The Guilty Preacher Man

abandoned illustrations

paroleacapo

di Cristina Capodaglio

lejourduoui

wedding planner, blogger...

ANTONIO DE SIMONE WEDDING PHOTOGRAPHER

Fotografo Matrimoni Lucca - matrimonio in villa - wedding luxury - Lugano - Monte Carlo - Uzzano - Toscana - Amalfi - Portofino - Venezia - Milano - Roma - Capri - Firenze - Wedding Photographer Tuscany - Video & Editing - Matrimonio - Contact info@antoniodesimone.com mobile +39 3388713123

Directory web italiana

La nuova web directory italiana

Serena Obert - Organizzazione matrimoni Torino

Scopri di più sulla pagina ufficiale www.serenaobert.com

Chiara Party Planner

creatività, fantasia e un pizzico di magia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: